Progetti

Il CUS alla scoperta di Valladolid, modello di economia circolare

Dal 15 al 17 giugno il CUS ha raggiunto la città spagnola di Valladolid, esempio perfettamente funzionante di economia circolare.

Qui siamo stati accolti dallAgenzia per l’Innovazione e lo Sviluppo Economico, che ha i seguenti obiettivi principali:

  1. Promozione economica della città;
  2. Sostegno agli imprenditori e alle piccole e medie imprese PMI;
  3. Innovazione;
  4. Promozione di strategie, piani e progetti per la città;
  5. Talento, capacità di costruzione e skills;
  6. Attrarre fondi e Investimenti;

Il processo di evoluzione della smart city di Valladolid l’ha vista attraversare tre fasi ben delineate:

Prima fase:

  1. Progetti concreti;
  2. Focus su pianificazione urbana, recupero del patrimonio e gestione dei rifiuti;
  3. Gestione da parte del consiglio comunale;

Seconda fase:

  1. Progetti più integrati;
  2. Focus su mobilità ed efficienza energetica;
  3. Associazioni pubbliche e private;

Terza fase:

  1. Approccio olistico;
  2. Strategia per uno sviluppo urbano integrato e sostenibile per affrontare le sfide economiche, ambientali, climatiche e sociali;
  3. Orientamento verso una città più resiliente nell’affrontare rischi e tensioni;
  4. Coinvolgimento profondo della società civile;

Più concretamente, la città di Valladolid ha messo in campo una serie di iniziative e creato spazi pubblici per una vita condivisa, con un’attenzione alle fasce di popolazione più fragili, come anziani e bambini. Al centro di ogni decisione e attività intrapresa ci sono sempre le relazioni sociali e la natura.


Tra i progetti sviluppati:

  • INDNatur: si interviene sulle aree industriali per cambiarle. L’obiettivo è apportare delle soluzioni green anche alle zone industriali. Un esempio potrebbe essere un giardino che raccoglie l’acqua piovana per drenarla correttamente (ed evitare gli allagamenti delle strade), affiancati a parcheggi con pavimenti drenanti, così che il verde possa crescere anche sotto le auto.
  • Urban Green Up: creare un metodo per una naturalizzazione urbana e per la gestione dell’acqua, sempre tramite il reperimento di soluzioni naturali. Numerosi gli interventi fatti al centro della città, come giardini verticali, facciate di pareti verdi oppure un giardino dedicato alla raccolta di acqua sporca delle case, fino a trasportarle in un giardino pieno di minerali che puliscono acqua e producono elettricità. Oppure ancora, una barriera acustica vegetale per ridurre l’inquinamento acustico. Ma anche un sistema che prende l’aria inquinata da un parcheggio sotterraneo e la purifica.
  • Urban water buffer: un sistema che permette di recuperare acqua piovana dal parcheggio dello stadio per purificarla e utilizzarla nuovamente per il funzionamento dello stadio.

Successivamente abbiamo conosciuto il  piano di innovazione città intelligente SmartVA! che ha l’obiettivo di digitalizzare tutte le pratiche di vita dei cittadini, abbattendo le barriere tra le varie fasce. Questa trasformazione si basa su una serie di misure da adottare, le prime si basano sull’accesso digitale ai servizi municipali, sia per la gestione che il reperimento di dati e l’accessibilità sia per il cittadino che per il turista alla città e ai suoi servizi. Materialmente, si tratta di una scheda che consente ai cittadini di accedere ai trasporti pubblici, agli impianti sportivi, ai centri sanitari, ai luoghi di cultura e a vari servizi di mobilità (come le bici elettriche).
O ancora ci sono misure su mobilità e intermobilità (mezzi elettrici, macchine autonome, distribuzione delle merci ecc.).

Abbiamo poi visitato Auvasa, società responsabile dei mezzi di trasporto pubblici della città, per poter conoscere più approfonditamente la gestione dei mezzi, del personale e delle corse disponibili. Ma soprattutto per scoprire i nuovi autobus elettrici che, a poco a poco, stanno subentrando nella vita della cittadina spagnola.

 

 

Tags: Progetti
Articolo precedente
New European Bauhaus Festival, un futuro sostenibile, bello, inclusivo.
Articolo successivo
Finanziato il tram elettrico Gragnano – Castellammare – Torre Annunziata

Altre news

Menu
Skip to content